HOME
  • Italian
  • English
225.000 euro per impianti solari termici destinati ad attivita' produttive (26.03.2009) PDF Stampa E-mail

Accordo di Programma tra Regione Lombardia e Sistema Camerale Lombardo

Asse 3 "Promozione del territorio e ambiente"

Bando "Efficienza e innovazione energetica nelle imprese". Per l'azione relativa alla realizzazione di impianti solari per la produzione di acqua e aria calda (pubblicato sul BURL del 23 marzo 2009 S.O. n. 12)

Finalità
sostenere le imprese lombarde - micro, piccole, medie - favorendo processi di innovazione ed efficienza energetica, Regione Lombardia e Camere di Commercio lombarde concedono agevolazioni per sostenere la realizzazione di nuovi impianti solari per la produzione di acqua e/o aria calda per uso igienico-sanitario, riscaldamento, impiego nelle attività d'impresa.

 

Stanziamento
Le risorse complessivamente disponibili sono Euro 1.236.300,00 di cui Euro 225.359 riservate alle imprese insediate nel territorio della provincia di Milano.

Chi può presentare la domanda di contributo
Possono accedere ai benefici di cui al presente bando le micro, piccole e medie imprese, attive, iscritte al Registro Imprese ed in regola con il pagamento del diritto annuale.

Le predette imprese dovranno installare i nuovi impianti solari termici su strutture edilizie, e/o loro pertinenze, idonee e già esistenti alla data di presentazione della domanda di seguito specificata.

Possono accedere ai contributi soggetti diversi dal proprietario (locatori, usufruttuari, ecc.) purchè autorizzati dal proprietario stesso, con apposita dichiarazione di assenso alla realizzazione dell'impianto. In tal caso la dichiarazione di assenso, sottoscritta dal proprietario, deve essere accompagnata dalla fotocopia di un valido documento di identità del proprietario stesso.

L'assegnazione del contributo esclude dalla possibilità di ottenere altri contributi pubblici diretti per il medesimo impianto.

Trattandosi di azioni finanziate in regime "de minimis" secondo la relativa disciplina comunitaria, l'impresa è sottoposta ai seguenti vincoli:

  • il valore economico del contributo concesso concorre al raggiungimento del tetto massimo di Euro 200.000,00 in sovvenzioni pubbliche acquisibili nell'arco di tre esercizi finanziari per singola impresa (nell'esercizio finanziario interessato e nei due esercizi finanziari precedenti);
  • qualora l'eventuale assegnazione di contributo porti l'impresa richiedente ad eccedere il massimale di cui sopra, il contributo concesso verrà ridotto per la parte eccedente tale massimale;
  • di non trovarsi in nessuna delle situazioni ostative previste dal DPCM del 23.05.2007, ex art. 1, comma 1223, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (finanziaria 2007), relative agli aiuti di Stato dichiarati incompatibili dalla Commissione europea (giurisprudenza "Deggendorf").

In sede di presentazione di domanda di contributo, l'impresa dichiara la propria posizione rispetto a:

  • regime "de minimis";
  • altri contributi pubblici diretti per il medesimo impianto per cui richiede il finanziamento.

Nel caso in cui, tra la data di presentazione della domanda per il presente bando e quella di assegnazione del contributo, l'impresa dovesse:

  • ricevere altri contributi pubblici tali da portare a variare la propria posizione di regime "de minimis", l'impresa deve comunicare tale variazione alla Camera di Commercio di competenza per il ricalcolo del contributo massimo concedibile;
  • beneficiare di altri contributi pubblici per la stessa iniziativa, l'impresa deve rinunciare ad uno dei due contributi comunicando la propria decisione alla Camera di Commercio di competenza.


Caratteristiche del contributo

Ogni impresa può presentare una sola domanda relativa alla realizzazione di un nuovo impianto presso una delle sedi operative in Lombardia.

Il contributo è concesso nella misura massima del 30% dei costi ammissibili di realizzazione dell'impianto con un tetto massimo di Euro 30.000,00 erogabili per impresa, compatibilmente con la posizione dell'impresa rispetto al massimale previsto dal regime "de minimis".


Come presentare la domanda
La domanda di contributo deve essere presentata dall'impresa alla Camera di Commercio della provincia in cui è localizzata la sede operativa presso cui l'impresa stessa vuole realizzare il nuovo impianto esclusivamente in forma telematica, utilizzando l'apposita procedura on line disponibile in Internet all'indirizzo http://www.ors.regione.lombardia.it/

Affinché la domanda presentata on line sia valida, l'impresa:

  • se dotata di firma digitale, deve completare la presentazione della domanda on line apponendo firma digitale;
  • se non è dotata di firma digitale, deve: stampare il modulo di adesione che viene prodotto automaticamente a conclusione della procedura on line; firmarlo in originale (legale rappresentante); consegnarlo a mano, entro e non oltre 10 giorni lavorativi dalla data di invio telematico della domanda, per conto dello Sportello Ambiente - Ufficio Servizi ambientali per le imprese, al Protocollo Generale della CCIAA di Milano - Via San Vittore al Teatro, 14, 20123 Milano (lun-gio 9.00/16.00 - ven 9.00/13.00). Nel caso la presentazione avvenga a cura di persona diversa dal legale rappresentante, deve essere allegata fotocopia della carta d'identità del legale rappresentante.

La mancata o ritardata presentazione del modulo cartaceo comporta la decadenza della domanda stessa.

I termini di presentazione delle domande sono: dalle ore 9,30 del 26 marzo 2009 alle ore 12,00 del 26 maggio 2009

A chi rivolgersi
Ufficio Servizi ambientali per le Imprese
tel. 02.8515.4264 - 02.8515.4202
email: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 

(Fonte: Camera di Commercio di Milano)

 

Login Form






Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
© 2018 M&M Counsel - info@mmcounsel.it --- Fromabit™ - Realizzazione siti aziendali, SEO & Web Design

Design by Rockettheme